Se state arredando la vostra camera da letto o volete rinnovarla vi starete sicuramente chiedendo quale modello di letto scegliere. Meglio un letto matrimoniale in legno o un imbottito? Se in legno, quale essenza? Se imbottito, meglio il tessuto, l'ecopelle o la pelle? Contenitore sì o no?

Il nostro consiglio è: letto contenitore in legno. Qui sotto vi spieghiamo il perché in 5 semplici punti.

1. Il contenitore: soluzione salvaspazio perfetta

Scegliere il contenitore vi permette di guadagnare spazio laddove andrebbe altrimenti sprecato: sotto il letto.

In una camera da letto di dimensioni standard (per legge una camera matrimoniale deve misurare minimo 14 metri quadrati) un letto con box aiuta ad ovviare alla mancanza di spazio. In una stanza piccola è difficile ci sia posto per grandi armadi in grado di contenere vestiti, cappotti, cambi di stagione e biancheria. Senza dimenticare i gruppi letto completi composti da comodini e comò o settimanali, che sempre più spesso non trovano collocazione nelle abitazioni di nuova costruzione: se i comodini sono intoccabili, comò e settimanali sembrano essere passati in seconda posizione quando si parla di arredi necessari. 

Tra tutti gli arredi per la zona notte, il letto è quello che occupa la superficie maggiore: perché non sfruttarla al meglio ottimizzando lo spazio al di sotto?

Inoltre, per rendere più facile l'accesso al vano sottorete, i letti con contenitore moderni sono disponibili sia con apertura verticale sia con meccanismo a "doppia alzata" o ad "alzata orizzontale". Questo tipo di apertura permette di sollevare la rete e portarla in posizione orizzontale, rendendo agevole l'organizzazione di tutti gli spazi del contenitore oltre che il rifacimento del letto.

2. Materiale di qualità: resistenza e bellezza duratura

Di mobili in legno abbiamo parlato tantissime volte nel blog e all'interno di ogni pagina dedicata ai nostri prodotti. Stiamo parlando di un prezioso materiale che da secoli arreda le nostre case, bello, resistente, caldo e dall'allure sempre famigliare. I letti in legno impiallacciato sono realizzati utilizzando legname proveniente da foreste certificate. Il piallaccio in vero legno consente di conservare intatte le venature ed i naturali, leggeri cambi di colore.

Se vi state chiedendo cosa c'è sotto l'impiallacciatura vi rispondiamo subito: altro legno.

Ad eccezione dei due imbottiti e del modello Magnus, tutti i letti in legno di nostro produzione prevedono testiere realizzate in legno multistrato: solo questo tipo di pannello semilavorato composto da sottili fogli di legno pressati insieme ci permette di plasmare e creare le caratteristiche testiere curvate.

3. Personalizzazione (perché il legno non è solo "marrone"!)

I legni di qualità più utilizzati per la produzione di letti, armadi e altri arredi per soggiorno e camera da letto, sono tradizionalmente il rovere, il noce e il ciliegio. Negli ultimi anni sono venuti alla ribalta nuovi legni come il frassino e l'olmo, che piacciono molto per le loro venature fitte sporadicamente interrotte da eleganti fiammature. Dal punto di vista tecnico di questi ultimi è particolarmente apprezzabile la resistenza meccanica, la facilità di lavorazione, la stabilità e la predisposizione alle finiture.

Le tonalità tipicamente associate al legno sono il bruno, il biondo, il rosato e il rossastro. Ma ricordiamo che oltre a queste declinazioni di marrone, il legno può essere laccato a poro aperto bianco ed in numerosi altri colori. Per un twist moderno, o se siete amanti del look total white, il vostro letto contenitore in legno può essere personalizzato in tantissime nuance.

Per la nostra collezione di letti matrimoniali abbiamo scelto un campionario di legni che include l'olmo nei colori Perla e Brown, il rovere laccato poro aperto in numerosi colori e l'intramontabile ciliegio.

4. Una scelta sempre al passo coi tempi

Che sia un letto contenitore in legno di rovere, di ciliegio o di olmo, un letto moderno impiallacciato in essenza non passerà mai di moda. Le linee proposte dalle collezioni più attuali sono essenziali, dal design pulito e dai dettagli accurati. Difficile stancarsi della semplicità!

 

5. NO a polvere e acari

Il legno non ha bisogno di grande manutenzione e basta spolverare periodicamente le superfici del letto contenitore, dentro e fuori, per garantire il massimo livello di igiene. Questo è particolarmente importante per chi soffre di allergie: non si può godere dello stesso livello di pulizia se si sceglie un letto imbottito, in particolare se rivestito in tessuto. Certo, l'estetica a volte vince sulla praticità, ma bisogna ammettere che i letti in legno contemporanei non hanno nulla da invidiare agli imbottiti!

Vi abbiamo convinto? Se ancora avete dei dubbi sui letti in legno, con o senza contenitore, vi consigliamo di leggere la guida "5 cose che devi sapere sui letti Napol": un approfondimento su come sono realizzate le strutture letto e le reti.

Per assistenza personalizzata e per toccare con mano i materiali di cui vi abbiamo parlato potete inoltre recarvi presso uno dei Rivenditori Partner Napol.